ENTI LOCALI - LEGITTIMITÀ DEL LICENZIAMENTO DEL WHISTEBLOWER

"WHISTLEBLOWING", IL RAPPORTO ANAC PER IL 2020

La parola whistleblowing, tradotta letteralmente dall’inglese significa “ soffiare nel fischietto ” (to blow the whistle). Si tratta di un’espressione figurata che ha lo scopo di evocare nella mente l’immagine dell’ arbitro che fischia un fallo.
Il “whistleblowing” è la segnalazione compiuta da un lavoratore che, nello svolgimento delle proprie mansioni, si accorge di una frode, un rischio o una situazione di pericolo che possa arrecare danno all’azienda/ente per cui lavora, nonché a clienti, colleghi, cittadini, e qualunque altra categoria di soggetti.
Anac ha pubblicato un documento di resoconto della dell’attività sanzionatoria svolta nel corso del 2020 in materia di whistleblowing. L’indagine ha definito complessivamente 1616 fascicoli in materia di whistleblowing, conducendo 21 procedimenti sanzionatori, irrogando 3 sanzioni ognuna per 5.000 euro.
Per il whistleblowing, l’Anac detiene il compito di accertare che la misura ritorsiva o discriminatoria sia stata adottata a causa e in ragione della precedente segnalazione di illeciti trasmessa dal dipendente pubblico segnalante.
 
Rapporto Anac

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024