CONCORSI - INAPPLICABILITÀ DELL'ARTICOLO 2103 CPD. CIV.

VALIDITÀ BIENNALE DELLE GRADUATORIE DEI CONCORSI

Il sindaco di un Comune ha chiesto un parere in merito a quale sia la durata della validità delle graduatorie dei Comuni, se 3 o 2 anni. Il Sindaco ha ricordato che per la Corte dei Conti, sez. contr. della Sardegna (del. 85/2020) per i comuni sarebbe prevalente quanto previsto dall’art. 91 del d.lgs. 267/2000, che prevede una durata triennale, in quanto norma non derogabile, di carattere speciale, quindi prevalente rispetto al d.lgs. 165/2001, che stabilisce all’art. 35 che “le graduatorie dei concorsi per il reclutamento del personale presso le amministrazioni pubbliche rimangono vigenti per un termine di due anni dalla data di approvazione. Sono fatti salvi i periodi di vigenza inferiori previsti da leggi regionali”.

La Corte dei Conti, sez. contr. Campania, con la deliberazione 16/2023, ha dichiarato il quesito, sotto il profilo oggettivo, inammissibile, in quanto le richieste di parere in materia di personale non riguardano norme di coordinamento della finanza pubblica che dettano limiti e divieti “strumentali al raggiungimento degli specifici obiettivi di contenimento della spesa”.

CLICCA QUI PER ACCEDERE AL DOCUMENTO

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024