LE PRINCIPALI DISPOSIZIONI DELLA LEGGE DI BILANCIO 2024 E DEL DECRETO MILLEPROROGHE PER IL PERSONALE DELLE PA

RIFORMA DEL PROCESSO TRIBUTARIO, CRESCONO I RISCHI DI ADDEBITO DI RESPONSABILITÀ AI FUNZIONARI COMUNALI

In caso di soccombenza dell’amministrazione, a seguito di rigetto del reclamo o di mancato accoglimento della proposta di mediazione, la condanna al pagamento delle relative spese di giudizio può rilevare ai fini dell’eventuale “responsabilità amministrativa del funzionario” che ha “immotivatamente” rigettato il reclamo o rifiutato la proposta di mediazione (articolo 4, comma 1, lettera e) della Legge Riforma che modifica l’articolo 17-bis del d.lgs. 546/1992, introducendo il nuovo comma 9-bis).

La norma sembra voler superare la prassi ormai consolidata, da parte dei Comuni, della mancata risposta al reclamo proposto dal contribuente: questo comportamento ora potrà essere considerato quale rigetto immotivato del reclamo, risultando causa di eventuale responsabilità amministrativa del funzionario, se a soccombere in giudizio è il Comune. Le disposizioni in materia di spese di lite si applicano già ai ricorsi notificati a partire dal 16 settembre 2022 (data di entrata in vigore della legge).

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024