PUBBLICATA LA PROPOSTA DI GRADUATORIA SUGLI IMPIANTI PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

RIFIUTI INERTI, LA NOTA ESPLICATIVA DEL MINISTERO DELL'AMBIENTE

La chiusura degli impianti di smaltimento dei rifiuti comunali ha cominciato a produrre effetti negativi a livello ambientale poiché, costringendo i cittadini a ricorrere allo smaltimento a pagamento, induceva l’abbandono sul territorio.

Con una nota esplicativa, il Ministero dell’Ambiente  scongiura il blocco dell’accettazione dei rifiuti inerti di origine domestica nei centri di raccolta comunali. Le “isole ecologiche” comunali dovrebbero riaprire i cancelli alle piccole quantità di rifiuti inerti prodotti dai cittadini nell’ambito del “fai da te” per la ristrutturazione domestica (scorie di cemento, mattoni, mattonelle, sanitari in ceramica, rifiuti misti da costruzione e demolizione).

La nota esplicativa riporta che che i rifiuti prodotti, in piccole quantità, nel “fai da te” domestico, possono essere gestiti “alla stregua dei rifiuti urbani …e potranno continuare ad essere conferiti presso i centri di raccolta comunali”.

Nota esplicativa

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024