APPALTI - TERMINE MINIMO RICEZIONE OFFERTE PROCEDURA NEGOZIATA SOTTOSOGLIA

IL CONSORZIO DI COOPERATIVE, IN MANCANZA DI UN DIVIETO ESPRESSO, PUÒ UTILIZZARE QUALI CRITERI PREMIALI QUELLI DELLE PROPRIE CONSORZIATE ESECUTRICI, IVI COMPRESE LE CERTIFICAZIONI RICHIESTE AI FINI DELL’ATTRIBUZIONE DEL PUNTEGGIO

Secondo orientamento giurisprudenziale pacifico, il Consorzio di società cooperative dovrebbe possedere in proprio i requisiti di qualificazione, senza possibilità di fare ricorso al c.d. cumulo alla rinfusa utilizzando le proprie consorziate.

Tuttavia, nel caso di specie, il requisito in discussione non è un requisito di partecipazione, bensì un requisito in presenza del quale il Disciplinare attribuisce un punteggio premiale. Orbene, la lex specialis non specifica che il requisito de quo debba essere posseduto in proprio dal Consorzio, conseguentemente ritiene il Collegio che esso ben possa essere posseduto anche dalle consorziate.

In questo senso depone anche il chiarimento reso dalla Stazione appaltante in relazione al quesito n. PI009247-22, con il quale veniva chiesto: “Con ri-ferimento ai criteri tabellari di cui ai punti 8-9-10 del Disciplinare di Gara (pag. 34), si chiede conferma che in caso di Consorzio di cui all’articolo 45, comma 2, lettera b), del D.Lgs. 50/2016 detti punteggi verranno attribuiti in relazione al possesso di quanto richiesto in capo alle Consorziate indicate quali esecutrici (in relazione alla loro quota di partecipazione al Consorzio stesso)”, e al quale è stato risposto “si conferma”.

Trattasi di scelta discrezionale operata a monte dall’Amministrazione e non censurabile in questa sede.
Invero, i criteri premiali debbano essere selezionati, tra quelli indicati dalla norma di cui all’art. 95 d.lgs. 50 del 2016, in base alla loro idoneità di evidenziare la capacità del concorrente di eseguire il contratto. Pertanto la Stazione Appaltante ben poteva prevedere l’attribuzione del punteggio premiale laddove il requisito fosse posseduto dalle consorziate che procede-ranno materialmente all’esecuzione della prestazione.

Come per il precedente motivo, deve essere anche qui ribadito che, sebbene venga in considerazione il possesso di certificazioni di qualità, non si verte in materia di requisiti di qualificazione, ma di criteri di premialità di offerta tecnica, fatto che rende inapplicabile di per sé il divieto di operatività del cumulo alla rinfusa di cui all’art. 47 del D.Lgs. n. 50/2016.

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024