ANTICORRUZIONE - QUESITI SUGLI INCENTIVI ALLE FUNZIONI TECNICHE

“FONDO SOLIDARIETÀ COMUNALE” – IN G.U. IL DECRETO

È stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 156 del 6 luglio 2023 – Supplemento Ordinario n. 24, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 giugno 2023, recante “Criteri di formazione e di riparto delle risorse del ‘Fondo di solidarietà comunale’ per l’anno 2023”.

Come previsto dal Decreto, per l’anno 2023 il “Fondo di solidarietà comunale” è composto: 

  1. dalla quota assicurata attraverso una part del gettito dell’Imu, di spettanza dei Comuni, pari a Euro 2.768.800.000; 
  2. dalla quota di cui all’art. 1, comma 449, lett. a), della Legge n. 232/2016, pari ad Euro 3.753.279.000, al netto della riduzione di Euro 14.171.000 in conseguenza della diminuita esigenza di ristoro ai Comuni delle minori entrate Tasi; 
  3. dalla quota di cui all’art. 1, comma 449, lett. d-bis), della Legge n. 232/2016, nel limite massimo di Euro 25.000.000; 
  4. dalla quota di cui l’art. 1, comma 449, lett. d-ter), della Legge n. 232/2016, pari a Euro 5.500.000; 
  5. dalla quota di cui l’art. 1, comma 449, lett. d-quater), della Legge n. 232/2016, pari a Euro 380.000.000; 
  6. dalla quota di cui l’art. 1, comma 449, lett. d-quinquies), della Legge n. 232/2016, pari ad Euro 299.923.000; 
  7. dalla quota di cui l’art. 1, comma 449, lett. d-septies), della Legge n. 232/2016, pari ad Euro 1.077.000. 

Per l’anno 2023 è pre-dedotto il contributo, sino all’importo massimo di Euro 64.740.376,50, destinato alle finalità di cui all’art. 1, comma 449, lett. b), della Legge n. 232/2016. 

Le risorse del “Fondo di solidarietà comunale”, per l’anno 2023, sono pari a Euro 6.880.513.368. 

Il riparto della quota del “Fondo”, spettante per l’anno 2023 ai Comuni delle Regioni a Statuto ordinario è effettuato prendendo come valore di riferimento per ciascun Comune il valore del “Fondo di solidarietà comunale” per l’anno 2022. Il 65% della quota del “Fondo di solidarietà” comunale relativa, per l’anno 2023, ai Comuni delle Regioni a Statuto ordinario, è accantonato e redistribuito ai medesimi Comuni sulla base della differenza tra le capacità fiscali e i fabbisogni standard, entrambi approvati dalla Commissione tecnica per i fabbisogni standard nella seduta del 27 febbraio 2023. 

Il riparto della quota del “Fondo” per l’anno 2023 per i Comuni della Regione Siciliana e della Regione Sardegna è effettuato prendendo come valore di riferimento per ciascun Comune il valore del “Fondo di solidarietà comunale per l’anno 2022”. 

Per l’anno 2023 è costituito un accantonamento di Euro 7.000.000, destinato a eventuali conguagli ai singoli Comuni. 

Per l’anno 2023, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale provvede a erogare a ciascun Comune quanto attribuito entro i mesi di maggio e ottobre 2023.

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024