COMUNI, NUOVA SCADENZA AL 30 SETTEMBRE PER CMUNICARE LE TARIFFE TARI

ENTI LOCALI, LE SCADENZE AL 30 DICEMBRE AGGIUNTE PER CAUSA COVID-19

Oltre alle tradizionali scadenze di fine anno,  si aggiungono nuove date giunte con le proroghe dovute all’emergenza sanitaria.
Tra  i principali adempimenti che si uniscono a fine dicembre 2020, a carico dei responsabili finanziari degli enti locali:

  • Referto dei controlli per la Corte dei conti
  • razionalizzazione delle partecipate
  • questionari fabbisogni standard
  • Pef Tari 2020
  • trasmissione delle delibere tributarie
  • variazioni di bilancio per i trasferimenti statali Covid-19.

 
Ricordiamo che entro il 30 dicembre:

  • gli enti obbligati a redigere il bilancio consolidato dovranno ultimare l’invio del documento alla Banca dati delle amministrazioni pubbliche. Il ritardo è sanzionato con il divieto di procedere ad assunzioni a qualsiasi titolo. La stessa sanzione è prevista per il mancato rispetto del termine del 30 novembre per l’approvazione del consolidato dell’esercizio 2019.
  • invio alla sezione regionale di controllo della Corte dei conti del referto annuale sui controlli interni per l’anno 2019, da parte dei Comuni con più di 15 mila abitanti, delle province e città metropolitane

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024