COMUNI, NUOVA SCADENZA AL 30 SETTEMBRE PER CMUNICARE LE TARIFFE TARI

COMUNI, NUOVA SCADENZA AL 30 SETTEMBRE PER COMUNICARE LE TARIFFE TARI

Nel testo finale del Decreto Sostegni approvato dalla Ragioneria generale dello Stato si prevede il rinvio al 30 settembre della scadenza entro la quale i Comuni dovranno approvare le tariffe della Tari.

La chiusura dei conti comunali è in slittamento al 30 aprile.

I rinvii occorrono ad adeguarsi alla principale novità in fatto di tariffa rifiuti, portata dal decreto legislativo di settembre scorso (n. 116/2020) che esclude dalla tariffa comunale i rifiuti prodotti dalle attività industriali delle imprese e permette alle aziende di “rinunciare” al servizio pubblico per gli altri loro rifiuti, in cambio di una serie di esenzioni.

I contribuenti pagheranno le prime rate della Tari in base alle tariffe dell’anno scorso. Il conguaglio con le novità in arrivo quest’anno scatteranno a partire dalle rate di dicembre.

Febbraio 2023

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
30 Gennaio 2023
31 Gennaio 2023
1 Febbraio 2023
2 Febbraio 2023
3 Febbraio 2023
4 Febbraio 2023
5 Febbraio 2023
6 Febbraio 2023
7 Febbraio 2023
8 Febbraio 2023
9 Febbraio 2023
10 Febbraio 2023
11 Febbraio 2023
12 Febbraio 2023
13 Febbraio 2023
14 Febbraio 2023
15 Febbraio 2023
16 Febbraio 2023
17 Febbraio 2023
18 Febbraio 2023
19 Febbraio 2023
20 Febbraio 2023
21 Febbraio 2023
22 Febbraio 2023
23 Febbraio 2023
24 Febbraio 2023
25 Febbraio 2023
26 Febbraio 2023
27 Febbraio 2023
28 Febbraio 2023
1 Marzo 2023
2 Marzo 2023
3 Marzo 2023
4 Marzo 2023
5 Marzo 2023