CASSAZIONE: NON SI PUÒ ASCRIVERE AL SINDACO LA VIOLAZIONE DI NORME IL CUI RISPETTO COMPETE AI DIRIGENTI

COMUNI, E' LEGITTIMA L'ORDINANZA COVID-19 SIGLATA DAL VICESINDACO

Secondo il Tar Campania, nella sentenza n. 1268/2021, è da considerarsi legittima l’ordinanza, contingibile e urgente, firmata dal vicesindaco, nel caso in cui quest’ultimo sostituisce il sindaco in caso di assenza o di impedimento con una supplenza generale che si estende a tutti gli atti propri di quest’ultimo. In tal caso, infatti, il vicesindaco non ha bisogno di delega specifica o di motivazione in ordine alle ragioni dell’impedimento.
Nella fattispecie, la richiesta di annullamento dell’invito di convocazione di un consiglio comunale e dell’ordinanza sindacale a firma del vicesindaco di chiusura degli uffici comunali per sanificazione.
Viene specificato che il vice sostituisce il sindaco in caso di assenza o di impedimento con una supplenza generale che si estende a tutti gli atti propri di quest’ultimo, senza bisogno di delega specifica o di motivazione in ordine alle ragioni dell’impedimento.
 
Tar Campania, sentenza n. 1268/2021

Febbraio 2023

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
30 Gennaio 2023
31 Gennaio 2023
1 Febbraio 2023
2 Febbraio 2023
3 Febbraio 2023
4 Febbraio 2023
5 Febbraio 2023
6 Febbraio 2023
7 Febbraio 2023
8 Febbraio 2023
9 Febbraio 2023
10 Febbraio 2023
11 Febbraio 2023
12 Febbraio 2023
13 Febbraio 2023
14 Febbraio 2023
15 Febbraio 2023
16 Febbraio 2023
17 Febbraio 2023
18 Febbraio 2023
19 Febbraio 2023
20 Febbraio 2023
21 Febbraio 2023
22 Febbraio 2023
23 Febbraio 2023
24 Febbraio 2023
25 Febbraio 2023
26 Febbraio 2023
27 Febbraio 2023
28 Febbraio 2023
1 Marzo 2023
2 Marzo 2023
3 Marzo 2023
4 Marzo 2023
5 Marzo 2023