rende noto che è online, ospitata dalla Piattaforma unica nazionale dei punti di ricarica per i veicoli elettrici (Pun), la nuova area riservata alla Pubblica Amministrazione, grazie alla quale sarà possibile accedere a mappe interattive e statistiche utili alla pianificazione di nuove “colonnine”. Come si apprende dalla Notizia, entrando nella nuova sezione del portale, Regioni ed Enti Locali potranno ora registrarsi e lavorare su un cruscotto che si compone di cinque mappe interattive. Si può visualizzare lo stato di avanzamento dei punti di ricarica, con statistiche sullo storico delle installazioni e la classificazione per potenza, ma anche misurare l’attuale numerosità del parco circolante di vetture elettriche e ibride. Altre mappe permettono un focus specifico sulle Amministrazioni regionali, provinciali e comunali, con indicatori che consentono di analizzare la densità di copertura dei servizi di ricarica. “La Pun – ha spiegato il ministro Gilberto Pichetto – può essere oggi un efficace alleato delle P.A. per pianificare una diffusione uniforme delle colonnine”. “Il Governo – ha aggiunto – è impegnato nel creare le migliori condizioni per lo sviluppo della mobilità elettrica, sapendo che molto dipenderà anche dalla capacità amministrativa di sviluppare reti efficienti sul territorio”. La Pun è promossa dal Mase e realizzata in collaborazione con il Gestore dei servizi energetici (Gse) e Ricerca sul sistema energetico (Rse): online da fine marzo, il Portale si evolve in linea con la tabella di marcia prevista, fornendo alle Amministrazioni un supporto al governo del territorio attraverso un approccio “data driven”, con elaborazioni che permettono di comprendere lo sviluppo della rete e la diffusione dell’elettrico. Come sottolineato dalla Notizia, i dati sono in costante aggiornamento, con la regia del Gse, da parte dei “Charging Point operator”, ovvero le Aziende che gestiscono le reti di stazioni di ricarica. Sono ad oggi mappati sul Portale già oltre 30.000 punti di ricarica operativi in Italia, compresi quelli installati sulle reti autostradali: per ciascuno dei punti è possibile verificarne lo stato, la localizzazione, l’alimentazione, la potenza massima erogabile e chi gestisce l’Infrastruttura.

CANELLI: "LE RISORSE IN ARRIVO DAL PNRR SARANNO INDISPENSABILI PER LA RIPARTENZA DELLE CITTÀ".

“L’emergenza economica che il mondo sta ancora vivendo, a seguito di quella sanitaria, avrà delle conseguenze durature e dirette sia nell’economia reale sia sul quadro di finanza pubblica. E’ facile presumere che gli interventi pubblici nel campo dell’economia continueranno a crescere attraverso incentivi e politiche di sostegno ma anche mediante l’ingresso dentro i capitali delle aziende delle filiere strategiche che sono andate in difficoltà a causa del Covid19”. E’ quanto ha dichiarato Alessandro Canelli, presidente di IFEL e da poco più di una settimana rieletto sindaco di Novara durante il talk on web che Fondazione ha organizzato sul PPP come strumento di rigenerazione urbana.
“La pandemia ha ingigantito e accelerato la necessità – ha spiegato il delegato Anci alla Finanza locale – non solo di una nuova organizzazione del sistema economico, ma anche di quello politico, orientato quest’ultimo ad affrontare le sfide del futuro. Questo è il momento in cui occorre far sì che le risorse provenienti dall’ampliamento del debito pubblico siano concentrate su obiettivi strategici e non dispersi in una serie di interventi a pioggia ma che generino un flusso di investimenti che agiscano immediatamente come volano per l’intera economia. Sarà importante la strategia che il Governo adotterà per i piani del Next Generation EU e provenienti dalla programmazione straordinaria. La sinergia pubblico-privato a livello comunale può dare i suoi frutti, ad esempio soprattutto nel campo delle riqualificazioni urbanistiche, nel social housing, nell’ampliamento delle residenze studentesche, nelle infrastrutture logistiche e nei settori altamente tecnologici e che mirino a ridurre il digital divide in considerazione del fatto che il partenariato pubblico-privato deve conciliare le esigenze del pubblico interesse con le aspettative dell’investimento fatto dai privati”.
L’incontro organizzato dalla Fondazione ha visto la partecipazione di più esperti del settore come Francesco Fresilli dirigente Unità di Missione PNRR, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Federico Merola amministratore delegato ARPINGE, Andrea Cornetti Aamministratore delegato AZIMUT Libera Impresa Sgr, Cosimo Pacciani Commissione per la Finanza delle Infrastrutture sostenibili – MIMS e Ferruccio de Bortoli giornalista oltre al direttore della Fondazione Pierciro Galeone.

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024