APPALTI - VERIFICA FACOLTATIVA DELL’ANOMALIA

APPALTI – VERIFICA FACOLTATIVA DELL’ANOMALIA

La sentenza del Tar Sicilia riepiloga le previsioni dell’articolo 54 del nuovo Codice, indicando come vi sia l’obbligo per le stazioni appaltanti di prevedere negli atti di indizione della procedura da aggiudicare con il criterio del prezzo più basso, oltre all’opzione dell’esclusione automatica delle offerte, anche il metodo matematico di determinazione della soglia di anomalia, individuato tra uno dei tre indicati nell’allegato II.2 dello stesso d.lgs. n. 36/2023

La Sentenza è importante anche perché, non avendo la stazione appaltante indicato il CCNL di riferimento, si esprime (in chiave di giudizio di anomalia) sulla comparazione tra due diversi CCNL, stabilendo che, in assenza dell’indicazione da parte della Stazione appaltante del C.C.N.L. da applicare ai lavoratori impiegati nel servizio oggetto di affidamento, l’operatore economico deve ritenersi libero di operare gli inquadramenti professionali secondo la regolamentazione dettata dal C.C.N.L. che viene da quest’ultimo applicato.

Tar Sicilia, Catania, Sez. III, 07/02/2024, n. 478

Febbraio 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
29 Gennaio 2024
30 Gennaio 2024
31 Gennaio 2024
1 Febbraio 2024
2 Febbraio 2024
3 Febbraio 2024
4 Febbraio 2024
5 Febbraio 2024
6 Febbraio 2024
7 Febbraio 2024
8 Febbraio 2024
9 Febbraio 2024
10 Febbraio 2024
11 Febbraio 2024
12 Febbraio 2024
13 Febbraio 2024
14 Febbraio 2024
15 Febbraio 2024
16 Febbraio 2024
17 Febbraio 2024
18 Febbraio 2024
19 Febbraio 2024
20 Febbraio 2024
21 Febbraio 2024
22 Febbraio 2024
23 Febbraio 2024
24 Febbraio 2024
25 Febbraio 2024
26 Febbraio 2024
27 Febbraio 2024
28 Febbraio 2024
29 Febbraio 2024
1 Marzo 2024
2 Marzo 2024
3 Marzo 2024