INTERDITTIVA ANTIMAFIA ED ESCUSSIONE DELLA CAUZIONE DEFINITIVA

APPALTI, LA NUOVA DENOMINAZIONE DEL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE

Enrico Giovannini ha stabilito di modificare il nome del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, passando alla denominazione «Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili».

I termini al plurale sottendono che anche le infrastrutture dovranno diventare sostenibili, non solo la mobilità. L’intento è di cambiare la rotta con il precedente dicastero,  anche sulle politiche che intende mettere in atto e ha proposto di inserire la norma all’interno del decreto legge spacchettamento approvato ieri dal Consiglio dei ministri.

Oltre al concetto di sostenibilità, il nuovo nome rafforza la mobilità prevedendo più integrazione, più attenzione ai servizi, più attenzione agli utenti, con l’intervento della tecnologia nel settore.

Il ministro dichiara al tal proposito che «chiaro segnale della svolta che si attende nei prossimi mesi anche dalle politiche: il cambio di nome corrisponde a una visione di sviluppo che ci allinea alle attuali politiche europee e ai principi del Next Generation Eu».

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024