QUALIFICAZIONE STAZIONI APPALTANTI

APPALTI ILLECITI – PER I CONTRIBUTI RISPONDE ANCHE IL DATORE DI LAVORO SIMULATO

In caso di appalto e somministrazione illeciti, contributi e premi possono essere richiesti non solo al datore di lavoro sostanziale, effettivo utilizzatore della manodopera, come sempre ritenuto fino a oggi, ma anche, in via alternativa, a quello formale e simulato. Una novità, rispetto all’azione di Istituti e organi di vigilanza, che può cambiare i generali rapporti tra committenti e appaltatori e i relativi rischi e responsabilità.

A favore dell’obbligo concorrente del datore di lavoro simulato (appaltatore) si è appunto ora pronunciata la Corte d’Appello di Milano con la sentenza n. 102/2023 che costituisce un fondamentale revirement rispetto agli orientamenti giurisprudenziali finora tenuti. Per la Corte di Cassazione e la stessa prassi degli Istituti, infatti, si è sempre visto nel solo datore di lavoro dissimulato (committente dell’appalto) il debitore di Inps e Inail.

Nel tempo anche l’Ispettorato nazionale del lavoro, con la Circolare INL n. 10 del 2018, si era allineato alla tesi dell’esclusiva responsabilità sorgente dal rapporto di lavoro materiale, chiarendo come «l’unico rapporto di lavoro rilevante verso l’ente previdenziale quello intercorrente con il datore di lavoro effettivo».

(Cass. civ. 20/2016 e Cass. civ. 463/2012)

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024