ANTINCENDIO, SULLE STAZIONI FERROVIARIE IN ARRIVO UNA NORMATIVA AD HOC

ANTINCENDIO, SULLE STAZIONI FERROVIARIE IN ARRIVO UNA NORMATIVA AD HOC

La progettazione della sicurezza antincendio delle stazioni ferroviarie passa da criteri generale di prevenzione ad una possibile norma ad hoc.
La bozza è stata presentata durante la riunione del Comitato centrale tecnico scientifico per la prevenzione incendi (Ccts) dello scorso 9 dicembre; entro il 7 febbraio 2021 i membri del CCTS possono apportare modifiche al testo, in attesa della convalida dal Comitato centrale e dell’approvazione finale poi in Commissione europea.
Come previsto dall’allegato I al Dpr 151 del 2011, anche l’ultima bozza che lo revisiona prevede che le stazioni ferroviarie ricadano sempre nella categoria C, considerata dal legislatore a maggior rischio di incendio, quindi sempre soggetta alla valutazione del progetto e al rilascio del certificato di prevenzione incendi.

Le misure della strategia antincendio, basate sulla valutazione del rischio, sono calibrate in base alla superficie lorda totale, alla quota dei piani a cui hanno accesso i viaggiatori e alle specifiche funzioni. Vanno applicate anche la Rto e le altre Rtv pertinenti. Vanno considerati a rischio specifico le aree per la ricarica di accumulatori elettrici di trazione (muletti, carrelli, transpallet, etc..), a causa dello sviluppo di idrogeno, e i depositi con carico di incendio specifico maggiore di 1200 MJ/mq.

Bozza testo

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024