ANTINCENDIO, SULLE STAZIONI FERROVIARIE IN ARRIVO UNA NORMATIVA AD HOC

ANTINCENDIO, NUOVE MODIFICHE AL CODICE

Rispetto alle ultime bozze del Codice di prevenzione antincendio, la principale novità passata nella seduta del Ccts di luglio è stato il raddoppio dei tempi di entrata in vigore per tutti e tre gli schemi di Dm, che  andranno in vigore trascorso un anno dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
Per quanto riguarda le tempistiche di attuazione, dipende da una serie di fattori, tra cui qualche punto ancora aperto come la nota del «minicodice» che, seppure non abbia carattere vincolante, introduce un preciso parametro quantitativo per uno dei requisiti che concorre a definire le attività «a basso rischio».
Il decreto definisce a «basso rischio» il luoghi di lavoro di attività cosiddette «non soggette» e non dotate di regola tecnica verticale, che soddisfano contemporaneamente sei requisiti: affollamento entro i 100 occupanti, superficie lorda complessiva non superiore a 1000 mq, piani a quota compresa tra -5 e 24 metri, mancanza di lavorazioni pericolose ai fini dell’incendio, assenza di sostanze e miscele pericolose, possesso di materiali combustibili in quantità non significative.
Testo coordinato

Giugno 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Maggio 2024
28 Maggio 2024
29 Maggio 2024
30 Maggio 2024
31 Maggio 2024
1 Giugno 2024
2 Giugno 2024
3 Giugno 2024
4 Giugno 2024
5 Giugno 2024
6 Giugno 2024
7 Giugno 2024
8 Giugno 2024
9 Giugno 2024
10 Giugno 2024
11 Giugno 2024
12 Giugno 2024
13 Giugno 2024
14 Giugno 2024
15 Giugno 2024
16 Giugno 2024
17 Giugno 2024
18 Giugno 2024
19 Giugno 2024
20 Giugno 2024
21 Giugno 2024
22 Giugno 2024
23 Giugno 2024
24 Giugno 2024
25 Giugno 2024
26 Giugno 2024
27 Giugno 2024
28 Giugno 2024
29 Giugno 2024
30 Giugno 2024