QUATTRO COMUNI SANZIONATI DAL GARANTE PER INADEMPIMMENTI SUL DPO

GDPR, IL RISARCIMENTO DEI DANNI PRIVACY HA FUNZIONE COMPENSATIVA

Una sentenza della CGUE ha enfatizzato la funzione compensativa del risarcimento privacy e non dissuasiva o punitiva, ribadendo anche il regime di colpa presunta a carico del titolare del trattamento.

Il cuore della questione è la nozione di “danno” nel contesto del GDPR, trattata all’art. 82 ove laconicamente si afferma che “chiunque subisca un danno materiale o immateriale causato da una violazione del presente regolamento ha il diritto di ottenere il risarcimento del danno dal titolare del trattamento o dal responsabile del trattamento”.

ACCEDI ALLA SENTENZA

Luglio 2024

lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
1 Luglio 2024
2 Luglio 2024
3 Luglio 2024
4 Luglio 2024
5 Luglio 2024
6 Luglio 2024
7 Luglio 2024
8 Luglio 2024
9 Luglio 2024
10 Luglio 2024
11 Luglio 2024
12 Luglio 2024
13 Luglio 2024
14 Luglio 2024
15 Luglio 2024
16 Luglio 2024
17 Luglio 2024
18 Luglio 2024
19 Luglio 2024
20 Luglio 2024
21 Luglio 2024
22 Luglio 2024
23 Luglio 2024
24 Luglio 2024
25 Luglio 2024
26 Luglio 2024
27 Luglio 2024
28 Luglio 2024
29 Luglio 2024
30 Luglio 2024
31 Luglio 2024
1 Agosto 2024
2 Agosto 2024
3 Agosto 2024
4 Agosto 2024