IL COMUNE NON È OBBLIGATO A RINNOVARE L’AUTORIZZAZIONE PUBBLICITARIA

DECARO: "ACCOLTO L'APPELLO DELL'ANCI, I COMUNI POTRANNO ASSUMERE PER ATTUARE I PROGETTI DEL PNRR"

Al termine di un incontro a palazzo Chigi, presenti i ministri Franco, Gelmini, Carfagna e Brunetta e il sottosegretario alla presidenza del consiglio Garofoli, il presidente dell’Anci Antonio Decaro ha commentato positivamente le aperture del governo per un rafforzamento della capacità amministrativa dei Comuni necessaria alla realizzazione dei progetti del PNRR.
“Il governo ha accolto l’allarme lanciato dall’Assemblea Anci di Parma – ha detto Decaro – e ha definito un pacchetto di interventi che potranno consentire ai Comuni un parziale recupero della gravissima perdita di personale causata dalla crisi e dalle politiche di austerità, che è stata di oltre il 20 per cento negli ultimi dieci anni, cioè circa 120 mila unità”.
“Con un emendamento al decreto legge 152 sul PNRR, attualmente in fase di conversione alla Camera, per i Comuni italiani sarà possibile assumere, sulla base delle proprie disponibilità finanziarie, fino a 15mila persone con qualifiche non dirigenziali, grazie al riconoscimento di uno spazio ulteriore in deroga ai vincoli che attualmente limitano la capacità di assunzione dei Comuni a parametri fermi al 2009”.
“E’ una prima risposta – ha commentato il presidente dell’Anci – ma dobbiamo salutarla come un passo avanti, indispensabile affinché i Comuni possano far fronte allo stesso tempo alle loro funzioni ordinarie e, in aggiunta, all’impegno straordinario di varare e poi attuare i programmi del PNRR che li riguardano e che valgono oltre 40 miliardi di euro. Importante anche aver eliminato autorizzazioni per enti in crisi e aver previsto un fondo dedicato per i piccoli Comuni”.
“E’ importante anche che venga varata presto la circolare ministeriale che semplificherà le norme sull’assunzione a tempo determinato di tecnici specificatamente dedicati ai progetti PNRR – ha aggiunto Decaro – perché le procedure attualmente previste rischiano di far perdere troppo tempo per le varie autorizzazioni ministeriali”.

Gennaio 2023

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
26 Dicembre 2022
27 Dicembre 2022
28 Dicembre 2022
29 Dicembre 2022
30 Dicembre 2022
31 Dicembre 2022
1 Gennaio 2023
2 Gennaio 2023
3 Gennaio 2023
4 Gennaio 2023
5 Gennaio 2023
6 Gennaio 2023
7 Gennaio 2023
8 Gennaio 2023
9 Gennaio 2023
10 Gennaio 2023
11 Gennaio 2023
12 Gennaio 2023
13 Gennaio 2023
14 Gennaio 2023
15 Gennaio 2023
16 Gennaio 2023
17 Gennaio 2023
18 Gennaio 2023
19 Gennaio 2023
20 Gennaio 2023
21 Gennaio 2023
22 Gennaio 2023
23 Gennaio 2023
24 Gennaio 2023
25 Gennaio 2023
26 Gennaio 2023
27 Gennaio 2023
28 Gennaio 2023
29 Gennaio 2023
30 Gennaio 2023
31 Gennaio 2023
1 Febbraio 2023
2 Febbraio 2023
3 Febbraio 2023
4 Febbraio 2023
5 Febbraio 2023