CORTE DEI CONTI SEZ. AUTONOMIE SULLE ANTICIPAZIONI DI LIQUIDITÀ NEGLI ENTI IN DISSESTO

CORTE DEI CONTI SEZ. AUTONOMIE SULLE ANTICIPAZIONI DI LIQUIDITÀ NEGLI ENTI IN DISSESTO

Pronunciandosi sulla richiesta di parere posta dall’ANCI, con la deliberazione n. 8 depositata l’8 luglio scorso la Sezione delle Autonomie della Corte dei conti ha enunciato il seguente principio di diritto: «la gestione delle anticipazioni di liquidità erogate dalla Cassa Depositi e Prestiti per l’estinzione di debito pregresso ai sensi dell’art. 1 del d.l. n. 35/2013 e di successivi interventi normativi, contratte dall’ente prima del 31 dicembre dell’anno antecedente la dichiarazione di dissesto, ricade nella competenza dell’Organo Straordinario di Liquidazione, in quanto relative ad atti o fatti verificatisi antecedentemente alla dichiarazione di dissesto».

A detta conclusione, la Sezione delle Autonomie perviene rilevando che l’eccezione contenuta nell’art. 255, comma 10 del TUEL non trovi applicazione per le anticipazioni di liquidità ex d.l. n. 35/2013 e successivi rifinanziamenti, in quanto con riferimento alla fattispecie de qua si ritengono difettare i due elementi tipici rilevabili dalla disposizione, e cioè la natura di debito e l’elemento di specificazione della particolare garanzia della delegazione di pagamento pubblicistico.

La Sezione regionale di controllo per la Calabria aveva invero ritenuto ascrivibile alle fattispecie derogatorie di cui all’art. 255, comma 10, TUEL la competenza al rimborso dell’anticipazione di liquidità con la CDP contratta prima della dichiarazione di dissesto, considerato che l’ultimo inciso dell’art. 255 del TUEL stabilisce che «non compete all’OSL l’amministrazione delle anticipazioni di liquidità di cui all’art. 222 del TUEL[1],”nonché l’amministrazione dei debiti assistiti dalla garanzia della delegazione di pagamento di cui all’art. 206».

La Sezione delle Autonomie si premura dunque di verificare se nella figura delle anticipazioni di liquidità ricorrano o meno i due elementi qualificanti per l’applicazione della deroga alla regola della competenza di cui all’art. 254 TUEL (l’esistenza di un debito e che tale debito sia garantito da delegazione di pagamento ex art. 206 TUEL), giungendo a confutare le suaccennate conclusioni della Sezione regionale di controllo per la Calabria.

Dicembre 2022

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
28 Novembre 2022 29 Novembre 2022 30 Novembre 2022 1 Dicembre 2022 2 Dicembre 2022 3 Dicembre 2022 4 Dicembre 2022
5 Dicembre 2022 6 Dicembre 2022 7 Dicembre 2022 8 Dicembre 2022 9 Dicembre 2022 10 Dicembre 2022 11 Dicembre 2022
12 Dicembre 2022 13 Dicembre 2022 14 Dicembre 2022 15 Dicembre 2022 16 Dicembre 2022 17 Dicembre 2022 18 Dicembre 2022
19 Dicembre 2022 20 Dicembre 2022 21 Dicembre 2022 22 Dicembre 2022 23 Dicembre 2022 24 Dicembre 2022 25 Dicembre 2022
26 Dicembre 2022 27 Dicembre 2022 28 Dicembre 2022 29 Dicembre 2022 30 Dicembre 2022 31 Dicembre 2022 1 Gennaio 2023