Il decreto legislativo 27 ottobre 2009 n. 150, attuativo della legge 4 marzo 2009 n. 15, ha introdotto il concetto di performance nella Pubblica Amministrazione, la quale indica le fasi in cui articolare il ciclo della performance ed individua i meccanismi da attivare per misurare, gestire e valutare la performance di un’amministrazione pubblica. Ciclo che si conclude con la rendicontazione dei risultati agli organi di indirizzo politico-amministrativo, ai vertici delle amministrazioni, nonché ai cittadini, agli utenti e ai destinatari dei servizi.

Da ultimo il Consiglio dei Ministri il 23 febbraio 2017, ha apportato modifiche e integrazioni al testo unico del pubblico impiego, in particolare il nuovo comma 2 dell’articolo 6, dispone che “al fine di ottimizzare l’impiego delle risorse pubbliche disponibili e perseguire obiettivi di performance organizzativa, efficienza, economicità e qualità dei servizi ai cittadini, le amministrazioni pubbliche adottano il piano triennale dei fabbisogni di personale, in coerenza con la pianificazione pluriennale delle attività e della performance. Nell’ambito del piano, le amministrazioni pubbliche curano l’ottimale distribuzione delle risorse umane attraverso la coordinata attuazione dei processi di mobilità e di reclutamento del personale. Tale piano triennale indica le risorse finanziarie destinate all’attuazione del piano, nei limiti di quelle disponibili a legislazione vigente, nonché dell’importo complessivo della spesa di personale sostenibile”.

La Fondazione Logos PA, ha ideato un supporto basato su:

Una strategia per il raggiungimento di specifici obiettivi, volta all’attuazione delle finalità programmatiche e legislative nonché al miglioramento continuo di tutte le attività che influiscono sui livelli di qualità dei servizi attesi dai cittadini e dalle imprese;

Una crescita permanente delle risorse umane, volta ad agevolare lo sviluppo permanente delle potenzialità di ciascun dipendente e rispondere ai suoi bisogni di crescita culturale e professionale.

Una formazione al ruolo e/o ai compiti istituzionali, volta a consentire alle risorse umane comunali di sviluppare sempre più la padronanza del ruolo loro assegnato e di adeguare il patrimonio di competenze al livello richiesto per il miglior funzionamento delle unità organizzative di appartenenza;

Gestione del processo di prevenzione della corruzione integrato con il piano delle performance;

Utilizzo di un software gestionale open – GZOOM – per la pianificazione ed il controllo strategico e operativo delle Amministrazioni pubbliche , per rendere conto dei risultati ottenuti